Skip to main content

Le invasioni botaniche è un progetto di Citizen Science promosso dall’Associazione Scienze Naturali Unite il cui obiettivo è monitorare la presenza di specie alloctone invasive in Campania e informare la popolazione sui rischi delle invasioni biologiche. Un progetto partecipato dove i cittadini possono contribuire nel raccogliere dati e informazioni sulle “specie aliene” presenti sul territorio. Qui è possibile iscriversi e partecipare al progetto.

L’attenzione è stata focalizzata sulle specie invasive particolarmente problematiche e di facile riconoscibilità per limitare eventuali errori di identificazione e fornire un target di specie potenzialmente accessibile anche a chi non ha dimestichezza con la materia. L’obiettivo del progetto è di intervenire sul fenomeno incontrollato delle invasioni botaniche sensibilizzando i cittadini alla cura del proprio territorio attraverso pratiche di osservazione e monitoraggio.

Elenco delle specie target
• Opuntia ficus-indica (fico d’India)
• Carpobrotus edulis (fico degli ottentotti)
• Carpobrotus acinifiormis
• Oxalis pes-caprae (acetosella)
• Salpichroa origanifolia
• Araujia sericifera (pianta della seta)
• Ailanthus altissima (ailanto, albero del paradiso)
• Agave americana

L’Associazione Scienze Naturali Unite ASNU è un’organizzazione non profit di stampo scientifico e naturalistico che accoglie persone di ogni campo del sapere. Le scienze naturali storicamente includono biologia, ecologia, geologia, ma anche fisica e chimica. L’Associazione opera in sinergia con studenti, professori universitari, cittadini e chiunque sia mosso dalla passione per la conoscenza e la collaborazione. Tra le finalità istituzionali dell’organizzazione ci sono la divulgazione e formazione su tematiche ambientali; la tutela e valorizzazione dell’ambiente e del territorio. ASNU inizia ad operare nel 2015 in seno ad un gruppo di studenti di Scienze Naturali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con lo scopo di arricchire l’esperienza universitaria. Oggi l’organizzazione coinvolge numerosi studenti e laureati in Scienze Naturali e Biologia delle Università di Napoli, Parma, Bologna e Padova.