Skip to main content

Le avventure degli hacker, la lotta agli Ogm, le Telestreet, le radio pirata, i graffiti sui muri, i francobolli finti e lo scambio di musica in rete: la pirateria moderna ci racconta storie di passione e libertà, avventure mozzafiato e sfide impossibili raccolte da uomini liberi che vogliono riscrivere le regole del sistema. Le trappole del copyright, le multinazionali biotech, le grandi case discografiche, le major di Hollywood, la Siae, la Microsoft e tutti i governi del mondo non sono riusciti ad imbrigliare il genio creativo dei corsari di ieri e di oggi, che continuano a stupirci con nuove conquiste.

Questo libro racconta le storie di eretici postmoderni che osano sfidare le tecnoreligioni di un mondo dove si venera il dio profitto, ribelli che vogliono recuperare il senso più pieno di parole come arte, condivisione, conoscenza e bellezza

Carlo Gubitosa è un giornalista freelance che collabora con l’associazione di volontariato dell’informazione “PeaceLink”. Ha già pubblicato i volumi Telematica per la Pace (1996), Oltre Internet (1997), L’informazione alternativa (2002), Genova, nome per nome (2003), Viaggio in Cecenia. La ‘guerra sporca’ della Russia e la tragedia di un po- polo (2004). Nel 1999 ha pubblicato Italian Crackdown, il primo libro italiano diffuso liberamente anche in rete sin dal primo giorno di presenza in libreria, con una licenza di distribuzione “copyleft” realizzata dallo stesso autore.